aderenti

Informativa sulla privacy

Rassegna: 10 febbraio 2011

Scritto da il 10 Feb, 2011, nella categoria Rassegna

Agenda digitale? ParliamonePunto Informatico, 10 febbraio 2011

Il ministro Renato Brunetta risponde all'appello e invita “i promotori dell'appello e tutti coloro che hanno a cuore l'innovazione nel nostro paese ad un confronto sull'Agenda Digitale per l'Italia, su cui stiamo già lavorando e sulla quale accoglieremo ogni proposta costruttiva e concreta”.

Brunetta: Agenda Digitale, avanti con le proposteCorriere delle Comunicazioni, 10 febbraio 2011

Il Ministro dell'Innovazione Renato Brunetta si schiera a favore del manifesto Agenda Digitale per l'Italia.

Il Web di domani? veloce e accessibileIl Secolo XIX, 10 febbraio 2011

Per il Secolo XIX è chiaro che “Quelli di Agenda digitale (www.agendadigitale.org), sono decisi ad andare fino in fondo nel chiedere alla politica, governo e opposizione, di riportare la tecnologia e la Rete al centro del Paese. E di farlo in fretta, visto che è richiesto loro di formulare delle proposte entro cento giorni […]”

L'articolo, presentando l'iniziativa per un'Agenda Digitale per l'Italia, ripercorre le statistiche su Internet ed innovazione nel nostro paese:

  • secondo il Global Competitiveness Index del WEF, l'italia è al quarantottesimo posto per capacità

    di innovazione;

  • la velocità reale media delle connessioni viaggia intorno a poco più di 3 megabit al secondo (dati Royal Pingdom), peggio di noi in Europa soltanto Polonia e Spagna;
  • sono ancora 28 milioni, pari al 49 per cento della popolazione, gli italiani senza alcun accesso alla Rete, secondo le statistiche di InternetWorldStats.

“E dire che, secondo i dati della Banca Mondiale, un aumento del 10% della penetrazione della banda larga può stimolare una crescita dell’1,21%

del Pil pro capite” (Carola Frediani per Il Secolo XIX).

Agenda digitale, i perché di un appelloPunto Informatico, 8 febbraio 2011

Punto Informatico parla con Alfonso Fuggetta del Politecnico di Milano, e Layla Pavone, CEO di Isobar, due dei sottoscrittori del manifesto che ha fatto infuriare il ministro Romani. Le circostanze, i perchè e lo spirito di un'iniziativa […].

L'Italia riparte da InternetKey4biz, 8 febbraio 2011

“Cosa manca all'Italia per crescere? Una strategia digitale”.

Ieri a a Roma la prima presentazione pubblica dell'Agenda Digitale per l'Italia. Tra i partecipanti – oltre ai promotori – anche gli onorevoli Linda Lanzillotta, Paolo Gentiloni, Roberto Rao e Luca Barbareschi, nonchè l'assessore all'Innovazione della giunta di Renzi, Angelo Falchetti. […]

Agenda Digitale, un'occasione e una necessità per il paese

Anche Blogosphere commenta sull'Agenda Digitale, sottolineando che “si tratta di un discorso pragmatico…bisogna rivolgersi alla classe politica tutta, scavalcando distinzioni partitiche o di schieramento. Anche la classe dirigente in senso lato, ovvero i dirigenti d'impresa, i quadri, devono essere coinvolti in questo appello, poiché sono coloro che più hanno da guadagnare da una digitalizzazione estesa ”

Social Media Week – Agenda Digitale: le interviste agli onorevoli Paolo Gentiloni, Linda Lanzillotta e Luca Barbareschi.

zp8497586rq

Puoi commentare la notizia sulla nostra pagina Fan di FaceBook

Comments are closed.

Licenza
Creative Commons
Questa opera è licenziata come Creative Commons Attribuzione 2.5 | Privacy policy

Credits | FAQ | Powered by WordPresss | Realizzato da GoodPress